Biografia

Laura Frus e’ nata a Torino.
Diplomatasi presso il Liceo Artistico “Cottini” di Torino, frequenta parallelamente la Scuola Triennale di Arte e Moda “Montesano”, proseguendo poi gli studi con il corso di Pittura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, dove si diploma con i maestri Sergio Saroni, Mario Davico e Roberto Villa.

Dall’84 all’89 collabora con vari studi grafici, portando avanti una propria ricerca formale e cromatica dalla quale in seguito si distacca per affrontare la pittura in maniera più incisiva e marcata, al cui centro vi è una poetica legata all’interiorità e al legame tra arte, bellezza e spiritualità.

Pittrice e scultrice, interessata al pensiero orientale e alla filosofia delle discipline Yoga, nei lavori più recenti affronta un’indagine sulla Geometria Sacra e sui Mandala, che nella sua opera trovano declinazioni di particolare forza sul triplice versante dei contenuti, della sperimentazione cromatica e dei materiali.
Nell’86 fonda l’Associazione Culturale Accademia Pictor di cui è Presidente, oltre che docente di disegno, tecniche grafiche e pittura applicata con il metodo B. Edwards.

Impegnata nella valorizzazione dell’arte contemporanea, nella formazione didattica e nello sviluppo della pratica artistica come percorso di crescita culturale, nell’ambito dei programmi dell’Accademia ha creato il progetto “Profili d’artista” dedicato alla formazione professionale, al cui interno, accanto a conferenze, workshop, incontri con artisti ed esperti di settore, organizza mostre con enti pubblici e privati e in collaborazione con  musei e biblioteche.

Accanto all’attività espositiva avviata fin dagli esordi avvenuti nell’84, partecipa continuativamente a progetti culturali, mentre in parallelo svolge un’intensa attività a contatto con il grande pubblico, nell’ambito di eventi in cui viene chiamata ad interagire  per un’azione di sensibilizzazione e diffusione dell’arte attraverso il linguaggio estemporaneo del ritratto, della pittura e del disegno dal vero.

Sue opere sono conservate presso la Collezione di Palazzo dei Vicari-Museo dei Ferri Taglienti, Scarperia (Firenze) e nella Collezione di arte contemporanea delle Biblioteche Civiche Torinesi-Villa Amoretti.