Statement

IL LINGUAGGIO SILENZIOSO DELLE FORME E DEI COLORI

Attraverso l’Arte mi sento veramente viva e percepisco quello che per me è molto importante: il linguaggio silenzioso delle forme e dei colori. Mi hanno sempre affascinato le forme e i colori che osservavo fin da bambina nei dipinti. Ricordo anche che mi estraniavo facilmente dall’ambiente quando osservavo i volti delle persone che mi erano vicine. Mi capitava spesso di distrarmi per osservare la forma di un orecchio, le linee degli occhi e delle sopracciglia, il movimento delle bocche. Osservavo questi particolari con attenzione come se avessi dovuto disegnarli.. Così facendo non sentivo più quello che le persone mi stavano dicendo ..e così il minimo era che mi si dicesse che ero sovente nelle nuvole e che avrei dovuto essere più attenta e più presente. Lascio immaginare cosa potevano anche dire eventualmente alcuni insegnanti di matematica ai miei genitori.

L’ARTE MI METTE IN CONNESSIONE CON LA PARTE INTERIORE PIU’ PROFONDA

Quando dipingo mi piace osservare le forme e i colori che cambiano sotto ai miei occhi. Perdo la cognizione del tempo, conta solo quello che sto facendo, non ho aspettative. Mi sembra di viaggiare in un mondo parallelo, mi dimentico di me, dei miei problemi e della mia vita presente. Il colore e le forme si trasformano sotto alle mie mani e io mi trasformo con loro. Quando smetto di dipingere, sento che non sono più come prima, qualcosa in me è cambiato, si è completato, si é connesso con una parte che gli mancava.. e alla sera quando vado a dormire, chiudo gli occhi e mi vedo ancora i colori che ho usato e persino i miei sogni ne vengono condizionati. L’Arte per me significa questo, è entrare nel mondo della meraviglia.

LA VERA ARTE BRILLA DI LUCE PROPRIA

A volte qualche artista riesce a concretizzare un capolavoro da donare agli altri ma tutto sommato per me la vera Arte non ha scopi o finalità, non ha aspettative. La vera Arte basta a se stessa e brilla di luce propria all’interno dell’artista che vuole incamminarsi per andare a scoprirla dentro di sé immergendosi in una ricerca che ha un inizio e non ha una fine. È vero, l’Arte non mantiene l’artista; infatti è così che vivono gli artisti: svolgono due lavori, uno nel mondo esteriore, e questa può essere una qualsiasi professione dignitosa e onesta, e uno nel mondo interiore, con la loro Arte, per dare un senso più profondo alla loro vita e viverla con intensità nel loro cuore.